Sistemi antintrusione per porte e finestre. Quali scegliere?

Le porte, le finestre ed ogni altro tipo di accesso ad una casa possono essere protette utilizzando un sensore specifico. Si tratta di sistemi cablati o wireless, di facile installazione e dal costo ormai abbastanza contenuto.

Quasi tutti i sensori per porte e finestre funzionano con un sensore e un magnete: il sensore viene installato sul serramento mentre il magnete è fissato alla finestra o porta stessa.

ladro-notte

Quando l’allarme è attivo, si crea un semplice circuito chiuso. Il sensore invia un messaggio di allarme quando tale circuito è disturbato o interrotto, cioè quando si apre o si manomette la porta o la finestra.

Esistono vari tipi di sensori disponibili, ma i principali sono due:

  • Sensori a contatto superficiale con magneti, che vengono installati sul serramento e sulla porta o sulla finestra. È l’opzione meno costosa, ma anche più palese.
  • Sensori di contatto a incasso con magneti, che sono applicati all’interno dei telai, creando uno specifico vano che li ospiti. Si tratta di una scelta discreta, ovviamente più costosa, che rende il sensore invisibile.

C’è una ragione se l’uso di allarmi su porte e finestre è di gran lunga il più popolare fra i sistemi antintrusione domestici: si tratta di elementi specifici per gli ingressi nell’appartamento, che sono evidentemente i punti deboli di un sistema di protezione.

Tuttavia, come per qualsiasi impianto d’allarme, vale il concetto che ogni nucleo familiare è diverso e che la tipologia di casa, il quartiere o la zona di residenza sono fattori fondamentali per capire quali esigenze specifiche vanno soddisfatte nella progettazione dell’impianto.

Alcuni consigli per scegliere con cura i sensori possono essere:

  • Valutare quali porte e finestre si desidera proteggere. Se non sono facilmente accessibili, forse è possibile evitare di installare dei sensori. Se sono più esposti, è meglio prevedere un sensore particolarmente efficace e nascosto.
  • Se si desidera la possibilità di mantenere controllata anche una porta o una finestra aperta, è importante prevedere di installare dei sensori di movimento specifici.
  • Riguardo al professionista o all’azienda di cui si sta valutando l’installazione, è sempre bene verificare che garantisca anche un servizio di manutenzione e di riparazione.
  • La semplicità di utilizzo, innesco e disinnesco dell’allarme e dei sensori è un principio importantissimo, soprattutto se si hanno bambini in casa.
  • In caso di particolare pericolo o alto valore da difendere, è possibile valutare l’uso di sensori in grado di determinare anche la rottura, la perforazione o il taglio dei serramenti che ospitano il sensore stesso, o di altri interventi malintenzionati che creino un circuito di bypass per aggirare il problema.