Cos’è l’integrazione dei sistemi di sicurezza?

Sistema anti intrusione, videosorveglianza, controllo degli accessi. Sono tre sistemi di sicurezza che ci permettono di evitare rischi e prevenire situazioni pericolose per la nostra incolumità. Sono tutti singolarmente molto utili per la nostra sicurezza ma insieme fanno la differenza: d’altra parte l’unione fa la forza!

integrazione-sistemi

La gestione coordinata delle informazioni provenienti da questi tre sistemi è definita integrazione dei sistemi di sicurezza. Il controllo di tutte le tecnologie impiegate per proteggere un edificio, di qualunque tipologia esso sia, viene effettuato generalmente 24 ore su 24 da parte di personale di guardia o istituti di vigilanza esterna che hanno poi il compito, oltre che la possibilità, di intervenire mettendo in atto determinate procedure.

A cosa serve l’integrazione dei sistemi di sicurezza? Ricevendo tutte le informazioni in maniera globale ed integrata una centrale di sicurezza potrà valutare l’effettiva presenza di rischio e di allarme, interpretandolo correttamente grazie ai dati a disposizione.

Le cause di allarme possono essere diagnosticate con certezza e rapidità evitando in questo modo di incorrere in falsi allarmi e potendo intervenire tempestivamente invece in caso di reale emergenza.

Tutto ciò è reso possibile dall’utilizzo di software di integrazione che permettano di associare il sistema anti intrusione e controllo accessi con le telecamere di videosorveglianza.

Ciò consente di unire le segnalazioni provenienti dai diversi sistemi in un unico evento di allarme che può così essere valutato nella sua integrità: si può in questo modo diagnosticare l’evento, valutarlo ed in caso intervenire rapidamente.

Tutto ciò permette una maggiore libertà consentita dalla sicurezza offerta da una diagnosi certa ed integrata sempre disponibile. L’integrazione dei sistemi di sicurezza è utilizzata soprattutto da aziende ed amministrazioni di dimensioni medio-grandi e presenta numerosi benefici su vari fronti.

I vantaggi sono tanti: controllo integrato, supervisione globale, continuità del servizio, tempi di intervento più rapidi e certi, monitoraggio completo da remoto, maggiore efficacia, protezione completa, diagnosi certa, assenza di falsi allarmi, possibilità di personalizzazione ed adattamento alle diverse esigenze dell’azienda.

Grazie ad un software specifico (di cui esistono diverse tipologie) da una sola piattaforma vengono gestiti tutti i sistemi che hanno bisogno di monitoraggio. Di solito è consentito il completo controllo di sistemi di sicurezza locali o remoti tramite un’interfaccia utente il più intuitiva ed ergonomica possibile.

Le informazioni che vengono acquisite in tempo reale sono presentate su mappe grafiche multilivello sulle quali si visualizzano con precisione, sia con vista d’insieme che nel dettaglio, gli stati funzionali dei vari impianti controllati e gli ambienti permettendo un monitoraggio preciso e rapido.