La funzione sociale della domotica: un sostegno possibile a persone con mobilità ridotta

La casa è il luogo nel quale dovremmo sentirci più al sicuro, avere dimestichezza con ciò che ci circonda e sentirci liberi di muoverci in totale autosufficienza.
Purtroppo non sempre questo è possibile, soprattutto quando si è anziani o affetti da disabilità che causino limitazioni cognitive o di movimento.

domotica-sociale

In tali frangenti ci viene in aiuto la domotica, cioè la possibilità di automatizzare gli ambienti domestici al fine di restituire indipendenza a chi, altrimenti, ne sarebbe sprovvisto.

Accade spesso, ad esempio, che le persone anziane, con difficoltà motorie, siano costrette a lasciare le proprie abitazioni per trasferirsi in strutture di lunga degenza.
Con la domotica questa eventualità si allontana, poiché automatizzando, qualunque azione (aprire e chiudere le porte, alzare le tapparelle, accendere luce e gas) diventa più semplice, gestibile premendo un pulsante su un telecomando o tramite qualunque altra interfaccia, ad esempio uno Smartphone.

Lo stesso dicasi per coloro i quali siano affetti da particolari disabilità che non gli consentano di muoversi agevolmente tra le pareti domestiche.
Anche in questo caso la domotica può offrire un aiuto importante affinché ciascuno possa continuare a godere dell’autonomia alla quale ha diritto.

Qualunque funzione diventa accessibile attraverso un computer, un cellulare di nuova generazione, un telecomando: l’abitazione è intelligente e risponde ad ogni esigenza, senza fatica.

Ovviamente la cosa fondamentale è che la tecnologia domotica si adegui al tipo di difficoltà dell’utente in questione in modo tale da facilitare al massimo la sua quotidianità.
Chi è affetto da disabilità motorie, potrà chiudere la porta di casa premendo un tasto sul proprio Smartphone; chi ha perso l’uso della vista potrà accendere le luci di casa utilizzando la propria voce: questa viene raccolta da una centralina dotata di sintetizzatore vocale il quale interagisce con il sistema elettrico.

La domotica è ideata anche per la sicurezza delle persone. Pensiamo al telesoccorso che viene attivato premendo il pulsante di un dispositivo appeso al collo che la persona deve sempre indossare o anche tramite un pulsante a parete o un tirante nella stanza da bagno.

La domotica con le sue innumerevoli soluzioni tecnologicamente avanzate offre un ausilio a coloro i quali non siano in grado di gestire al meglio la vita ma vorrebbero continuare a sentirsi autonomi e sicuri nella propria abitazione.

Per questo è necessario che l’automazione sia considerata non più una scelta occasionale e costosa ma una realtà concreta, utile e il più possibile alla portata di tutti, soprattuto quando essa può svolgere una importante funzione sociale.